Cosa fare a San Francisco ?

Oggi mi è capitato di leggere un articolo del “San Francisco Travel”  che suggerisce cosa fare a San Francisco . Un’idea diversa dal solito tour che mi ha fatto tornare in mente qualcosa che mi aveva molto colpito mentre ero li. Nei miei soggiorni a San Francisco di solito scelgo di soggiornare nella zona di Fisherman’s Wharf. Una zona un pò turistica, quindi chiassosa, ma proprio per questo sempre piena di vita e di colori. E’ la zona dei moli (Pier). Ristoranti, musica, negozi e ogni genere di stravaganza possibile si può trovare a Fisherman’s Wharf.

Quando la mattina presto mi svegliavo per andare a fare la mia abbondante colazione mi fermavo sempre davanti alla vetrina di un negozio di pane e dolci – poi entravo anche a mangiare naturalmente – incuriosito dal loro modo di fare marketing. Si chiama Boudin Bakery.

san francisco - fabiogentili.com-8

Foto scattata con Nikon D750 e Obiettivo Tamron 24-70 f/2.8Tamron 24-70 f/2.8

Il laboratorio dove gli artigiani preparano pane e dolci è completamente a vista e si può osservare la maestria con cui vengono prodotte queste delizie. Ma non basta perchè oltre a guardare si può anche interagire con l’artigiano che ha in testa cuffia e microfono che comunica con un microfono e cassa installata sulla vetrina !

F A N T A S T I C O !

Mi sono sempre chiesto se da noi in Italia c’è qualcuno che abbia realizzato una cosa del genere. Vi assicuro che davanti alla vetrina c’è sempre un capannello di gente e per questo esercizio commerciale è una pubblicità costante.

Se conoscete qualcuno in Italia che fa qualcosa del genere, segnalatemelo e andrò a fare un servizio fotografico per raccontarne la storia.

Foto scattata con Nikon D750 e Obiettivo Tamron 24-70 f/2.8Tamron 24-70 f/2.8

 

Grazie a questo articolo ho quindi scoperto la storia di Boudin e del pane di San Francisco che oggi vi condivido.

Siamo nei primi anni del caos minerario e i fornai a San Francisco non capivano come mai il loro pane appena sfornato, ricetta che avevano scoperto in Francia, avesse un retrogusto cosi “acido”. Ciononostante a loro piaceva il sapore del pane che avevano prodotto. Avevano scoperto un nuovo e particolarmente gustoso modo di fare il pane. Secondo quello che dice l’articolo è cosi che il nome del pane divenne a lievitazione naturale.

Il pane fatto in questo modo era così importante per loro che nelle notti fredde si accoccolavano con il loro lievito per mantenerlo caldo, in modo da “tenerlo in vita” e farlo crescere.

Inizialmente si pensava che San Francisco fosse l’unico posto in cui il pane a lievitazione naturale potesse essere prodotto, ritenendo che il clima nebbioso fosse l’unico a far reagire cosi questo tipo di lievito. I panettieri locali, tra cui Boudin fondato nel 1849, giurarono che nessuno poteva riprodurlo al di fuori di un raggio di 50 miglia dalla città – aumentando così il suo fascino.

Ora sappiamo che non è vero

Infatti gli scienziati sono stati in grado di identificare il particolare ceppo di batteri responsabile del sapore aspro del pane di San Francisco. Ma la buona notizia è che almeno rivendicano ancora il nome del batterio – L. sanfranciscensis.

San Francisco è ampiamente considerata la mecca del pane dal sapore forte e negli anni ’80 il movimento del pane artigianale di San Francisco ha rinvigorito l’immagine di produzione con un’enfasi sulla grande tecnica.

Ecco quindi un suggerimento su cosa fare a San Francisco – Certamente un tour diverso dal solito ma che non mancherà di lasciarvi un bel ricordo e qualche etto in più.

Potreste andare prima a Boudin Bakery a Fisherman’s Wharf per il pane storico a lievitazione naturale. Successivamente  potreste anche a provare alcuni dei lieviti madre migliori di San Francisco e andare al Panificio Tartine nel Mission District. Mark Bittman di “The New York Times” lo ha definito uno dei migliori panifici del paese – e i proprietari Chad Robertson e Liz Preuitt, hanno vinto il James Beard Award come miglior pasticciere. È come l’Oscar nel mondo culinario; Il pane esce alle 4:30 pm ogni giorno ed è disponibile fino a esaurimento. Conviene arrivare presto. Da visitare anche gli appassionati del calibro di Acme Bread e Semifreddi’s. Negli ultimi 10 anni la cottura artigianale è esplosa nella scena culinaria alla moda di San Francisco con artisti del calibro di Tartine Bakery, Josey Baker a The Mill e Della Fattoria.

Foto scattata con Nikon D750 e Obiettivo Tamron 24-70 f/2.8Tamron 24-70 f/2.8

Questa è un’altra cosa da fare a San Francisco !

Un giro nella zona di Fisherman’s Wharf. E’ uno spettacolo anche solo girare dal tramonto a notte fonda, assaggiando delizie varie come i granchi al vapore o la clam chowder (ne vado pazzo).

Foto scattata con Nikon D750 e Obiettivo Tamron 24-70 f/2.8Tamron 24-70 f/2.8

 

Ora sapete cosa fare a San Francisco e se vi è anche venuta fame potete organizzarvi il prossimo tour di San Francisco direttamente qui sotto. Piu comodo di cosi !



Booking.com

 

Leggi anche:
“Come viaggiare comodi e sicuri” – LINK
“Consigli per la fotografia di viaggio” – LINK
Se stai cercando una guida di viaggio per la tua prossima spedizione, leggi questo post – LINK

Aggiungo inoltre qualche consiglio su cosa leggere e non avrete più dubbi su cosa fare a San Francisco.

Acquista su Amazon.it

Se questo post ti è piaciuto potresti condividerlo sui tuoi profili social

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gearbest merchant  stores promotion
merchant stores